ATTENZIONE!!! Philweb si è trasformato.
Dal 24 settembre è diventato un blog. Clicca qui e corri subito a vederlo!

Philweb.it - Home
Main Navigation
Sabato, 22 Giugno 2024
 
Ultime notizie

Recensioni

CEI di Repubblica 2008-2009. Enciclopedico di nome e di fatto.

In distribuzione in questi giorni la nuova edizione 2008-2009 del Catalogo Enciclopedico Italiano relativo ai francobolli della Repubblica. Con 832 pagine, ben 80 in più rispetto all'edizione del 2005, e un nuovo capitolo dedicato alla filigrana lettere, il CEI si conferma un catalogo maturo e ricchissimo di informazioni filateliche, storiche e postali. Proprio come... un'enciclopedia.

CEI di Repubblica 2008-2009. Enciclopedico di nome e di fatto.
Attesisissimo, alla fine è arrivato il Catalogo Enciclopedico Italiano della Repubblica Italiana, edizione 2008-2009. Pur se con qualche settimana di ritardo rispetto all'uscita preannunciata in occasione del Romafil dello scorso ottobre, il catalogo compilato da Augusto Ferrara si conferma una vera e propria miniera di informazioni, con diverse novità editoriali, a cominciare dalle 80 pagine in più rispetto all'edizione precedente, datata 2005.

In effetti sono passati ben tre anni dall'ultima pubblicazione dedicata ai francobolli repubblicani, un periodo davvero lungo se si pensa che altri cataloghi escono ogni anno, durante il quale l'editoriale CEI ha cambiato proprietà, passando alla romana Filarte, società di vendite per corrispondenza di Carlo Catelani, presidente dei commercianti filatelici.

Un passaggio che evidentemente non ha stravolto la filosofia editoriale e non ha intaccato la mission, enciclopedica per definizione, di quello che è sempre stato considerato un pò come il "Calimero" dei cataloghi italiani: non s'è mai fatto vedere dalle parti di Riccione (dove, invece, puntuali ogni anno si presentano le produzioni editoriali dei "colleghi"); all'inizio (e stiamo parlando del lontano 1975 quando il CEI nacque sulle ceneri dell'ancor più artigianale catalogo D'Urso) contava meno di 1000 pagine e stava tutto in un volume con foto in bianco e nero; ha sempre avuto la passione per tutto ciò che è "fuori" dal comune (avendo catalogato, diversamente dai suoi "colleghi", erinnofili, folder, prove di stampa del poligrafico, ecc.).

Ma da alcuni anni l'Enciclopedico, che è sempre rimasto sotto la direzione editoriale di Augusto Ferrara, si è fortemente rinnovato, non solo nella grafica - più pulita e raffinata con la sua carta "grigia" e con le immagini a colori dei francobolli in formato "uno a uno" - ma anche nella struttura, essendo stato suddiviso in diversi volumi (cinque per l'esattezza) ad uscita bi-triennale, per un totale di oltre 3000 pagine.

Va detto subito: il nuovo CEI di Repubblica, con copertina verde, e che resterà "in carica" fino al 2009, mantiene quasi del tutto inalterate le quotazioni contenute nell'edizione 2005. Forse una lettura troppo "pessimistica" di un mercato decisamente fermo o, forse, soltanto il proseguimento di una linea generale di "stabilità" che ha visto addirittura alcuni dei concorrenti, ridurre i prezzi.  Quale che sia il motivo, sicuramente i prezzi attuali del CEI, essendo rimasti fermi per alcuni anni, si sono avvicinati a quelli degli altri cataloghi.

Abbiamo sfogliato il CEI alla ricerca delle "serie chiave" della filatelia repubblicana, dalla Democratica del 1945 in poi. Alcune novità, effettivamente, le abbiamo "scovate" anche se limitatamente al settore "varietà". Così, ad esempio, hanno aumentato fortemente le quotazioni il K2 del 1955 (da 7000 a 30000 euro, allo stato di nuovo), lo UIT "in alto" del 1965 (passato da 10000 a 30000 euro), la Giornata del Francobollo del 1978 (da 5000 a 25.000, per l'usato; è stata invece eliminata la quotazione per il nuovo dato che si conosce solo allo stato di usato) e il Derby di Galoppo "in basso" del 1984 (che da 3250 euro è passato, allo stato di nuovo, a ben 15.000 euro).

Altre novità riguardano le quotazioni degli errori e delle varietà nei francobolli delle serie ordinarie, dagli anni '80 in poi, quotazioni sospese nell'edizione del 2005 per mancanza di dati certi sulle effettive quantità in circolazione. Così nel nuovo CEI 2008-2009, prendono "valore" la maggior parte delle varietà degli Alti Valori in Lire (dal 1978), dei Castelli (dove risaltano prezzi piuttosto interessanti, soprattutto per quei valori privi dell'indicazione del prezzo e della scritta ITALIA, che arrivano a 12.500 euro ciascuno, in condizioni nuove), delle Donne nell'Arte e dei francobolli Prioritari.

In questi due ultimi settori, in particolare, sono stati elencati con la massima precisione i numerosi errori di stampa, di dentellatura e di fustellatura scoperti nel corso degli ultimi anni. Senz'altro eclatante è l'inserimento in coda alla prima serie dedicata alle Donne nell'Arte del 1998, dell'ormai "famoso" esemplare da 900 lire. Inserito, fino ad oggi, soltanto da Gianni Carraro nel Sassone Specializzato 2008 - pur con le dovute cautele terminologiche, essendo definito soltanto un "progetto per un francobollo" - il nuovo CEI di Repubblica lo colloca nella normale catalogazione con i numeri 2382A e 2382B (essendo due le versioni, con vernice interferenziale dorata e argentata) e li definisce, senza dubbi, dei "non emessi", lasciando ad una "nota editoriale" di spiegarne l'origine.
Quotazioni di tutto rispetto, infine, per i due "minifogli" del 2006 dedicati ai diciottenni: 800,00 euro per l'azzurro e 900,00 euro per la versione in rosa.

Ma se dal punto di vista economico, la situazione descritta dal Catalogo Enciclopedico è "tranquilla", altre trasformazioni si fanno notare nel nuovo volume 2008-2009. Come, nel caso della catalogazione che si ferma ai francobolli del 2006, una decisione che, dice Carlo Catelani, "è conseguente alla scelta editoriale di inserire le ultime emissioni in un opuscolo che sarà pubblicato periodicamente".

La novità, tuttavia, più interessante che va ad arricchire e a completare un catalogo che vuol porsi come "validissimo supporto per tutti i collezionisti sempre interessati allo studio e alle novità del mondo filatelico" è l'inserimento nelle pagine in fondo di un approfondimento dedicato ai tipi di carta e di filigrana nei francobolli repubblicani e un corposo capitolo sulla "filigrana lettera" per il periodo che va dalla Democratica sino al Silvio Pellico del 1955.

Per il resto, come detto più sopra, restano intatte tutte le caratteristiche che hanno fatto apprezzare l'Enciclopedico a tantissimi collezionisti italiani. Come gli specchietti con le principali tariffe postali inserite nella normale catalogazione e completate con le tabelle in fondo al volume; gli approfondimenti storico-postali e l'accuratezza delle caratteristiche tecniche di ciascuna serie (per es. l'indicazione del decreto d'emissione); insieme ai "servizi" (posta aerea, espresso, pacchi, ecc.) sono elencati pure i Foglietti Ricordo e gli Erinnofili del Poligrafico, i Bollettini Illustrativi, le Buste e le Cartoline commemorative ufficiali dell'amministrazione postale, comprese Cartoline Filateliche, Folder e Tessere Filateliche di Poste Italiane.

Alla fine dei "conti" un ottimo catalogo, che al di là delle ovvie differenze  d'opinione che si possono avere sugli aspetti meramente economici delle quotazioni, fornisce uno strumento "all inclusive" sia allo studioso più smaliziato che al collezionista alle prime armi. Pur con un cambio di proprietà di mezzo, è da apprezzare la continuità nell'impostazione editoriale che ne costituisce il motivo reale di così tanto interesse nel mondo collezionistico.
Con le novità contenute in questa edizione 2008-2009, inoltre, il Catalogo Enciclopedico di Repubblica fornisce un segnale di "maturità" e afferma la sua forte "personalità" nel panorama editoriale filatelico.



CATALOGO ENCICLOPEDICO ITALIANO
2008/2009
REPUBBLICA ITALIANA
AA.VV.

Editore:
Catalogo Enciclopedico Italiano srl

Pagine: 832

Prezzo: 20,00€
(In vendita anche presso gli Uffici Postali)


I vostri commenti