ATTENZIONE!!! Philweb si è trasformato.
Dal 24 settembre è diventato un blog. Clicca qui e corri subito a vederlo!

Philweb.it - Home
Main Navigation
Martedì, 07 Febbraio 2023
 
Ultime notizie

BreviNews

Cronache di Posta

Cala il sipario sui francobolli per i diciottenni

Finalmente, come previsto dal DPR di emissione, i francobolli emessi nel 2006 e dati in regalo ai neo-diciottenni, sono stati distrutti per triturazione nella giornata di Venerdì 5 ottobre.

Cala il sipario sui francobolli per i diciottenni
Venerdì scorso, 5 ottobre, è calato definitivamente il sipario sulla tanto discussa emissione dedicata ai diciottenni. Le rimanenze dei due foglietti destinati ai ragazzi nati nel 1988 sono difatti state regolarmente distrutte, come sancito dallo stesso decreto presidenziale che ha autorizzato l'emissione.

A soprintendere alla distruzione una speciale commissione presieduta da Stefano Gabbuti, consigliere filatelico del ministro Gentiloni, della quale sono stati chiamati a far parte i rappresentanti del Ministero delle comunicazioni, del Ministero dell'economia e delle finanze, dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, di Poste Italiane e del mondo del collezionismo (i presidenti della Federazione fra le Società Filateliche Italiane, dell'Associazione Filatelisti Italiani Professionisti e dell'Unione Stampa Filatelica Italiana).

Secondo i dati forniti da Poste Italiane, i foglietti non distribuiti sarebbero stati ben 533.556, di cui 267.459 rosa e 266.097 azzurri. L'intera rimanenza è stata consegnata alla commissione, che ha iniziato i propri lavori poco dopo mezzogiorno.

L'operazione di controllo e verifica si è protratta sino alle 20, dopodichè i 553.523 foglietti riscontrati sono stati avviati alle macchine trituratici per la definitiva distruzione.

Lo scarto di 33 unità tra il numero di foglietti dichiarato da Poste e quello risultante dalle verifiche pare sia dovuto unicamente a errori tecnici occorsi durante le varie fasi di lavorazione e controllo, dunque non ha influito sul giudizio finale della commissione, che ha unanimemente deciso di avviare alla distruzione i foglietti senza procedere ad ulteriori verifiche. Un'operazione, quella della distruzione, che ha impegnato i tecnici del Poligrafico per altre tre ore.

Entro mezzanotte tutto era già finito, e delle rimanenze dei tanto discussi francobolli non restavano che scarti da macero.


Il conteggio accurato dei foglietti


L'avvio dei foglietti alla macchina trituratrice


I foglietti... dopo la triturazione

Vedi anche gli altri nostri articoli:
A settembre la distruzione dei francobolli per i diciottenni
Francobolli Diciottenni: rimandata la distruzione
La Consulta ha deciso: francobolli per i diciottenni anche nel 2008

Per le foto:
si ringrazia Carlo Catelani, Presidente dell'Associazione Filatelisti Italiani Professionisti

I vostri commenti